Svedesi a Cagliari

now browsing by tag

 
 

Se gli svedesi scoprono Cagliari

La Sardegna fa sempre più breccia negli scandinavi. Lo confermano i sempre più numerosi collegamenti diretti tra le città nordiche ed i maggiori aeroporti dell’isola. Novità di quest’anno è il collegamento tra Stoccolma e Cagliari, con inaugurazione il 29 giugno. Peccato che durerà solo due mesi, dico io.

"Qui c'è la pasta da sogno" - DN, 17-03-2013

“Qui c’è la pasta dei sogni” – DN, 17-03-2013

Nel mentre aumentano chiaramente anche i pacchetti turistici messi a punto dai vari tour operator. La zona più gettonata è ovviamente la solita, quella settentrionale: Alghero e Costa Smeralda, si sa, hanno il loro fascino e la loro fama. Ma, ultimamente, l’attenzione si sta spostando anche un po’ più a sud, alla costa meridionale ed alla città di Cagliari in particolare.

È di oggi un articolo del principale quotidiano svedese, Dagens Nyheter, firmato da Annika Goldhammer. Il titolo: “Här finns drömpastan“, “Qui c’è la pasta dei sogni”. Il riferimento è agli spaghetti alla bottarga – di cui la stessa giornalista si è appassionatamente rimpinzata – serviti nella celeberrima trattoria cagliaritana “Lillicu”, nella Marina: “Lillicu – scrive Goldhammer – è quel tipo di trattoria che è talmente popolare che si rischia di dover dividere la tavola con sconosciuti. Nei muri sono appese foto di famiglia in bianco e nero e cestini intrecciati. Nei tavoli non ci sono tovaglie, il vino viene servito in piccoli bicchieri di vetro e il cibo è semplice“.

Cagliari – continua Goldhammer – è una delle città europee, in cui trascorrere un weekend, in assoluto più sottovalutate. È una grande città in cui si può fare shopping, prendere un aperitivo in qualche bar mondano, visitare quartieri pieni di storia, passeggiare nella bella spiaggia del Poetto“. E, soprattutto, è molto meno cara di Venezia.

Un bel biglietto da visita per la città, dico io. E un po’ di pubblicità per la trattoria.

Ora, cari miei cagliaritani, se incontrate – per le vie di Casteddu – dei vichinghi che emettono strani suoni, che fanno colazione con la birra e che esclamano “oj vad gott, oj vad fint“, sapete di chi è la colpa. Scherzo ovviamente 😉