Inverno a Stoccolma

now browsing by tag

 
 

Nevica, nevica

L'inverno è qui!

L’inverno è qui!

Ed ecco la prima seria nevicata dell’anno qui a Stoccolma. Il fascino del manto bianco che ricopre la città è sempre unico ed emozionante: in questo periodo poi, caratterizzato da un’oscurità sempre crescente, avere un po’ di neve là fuori aiuta gli occhi a stare più svegli. I problemi ora sono due: l’inevitabile caos nel traffico cittadino e ferroviario (già ieri c’è stata qualche avvisaglia a riguardo) e l’incombente gelo che arriverà il prossimo fine settimana. A Stoccolma è prevista una temperatura tra i -4° e -7°: tempo di tirar fuori dal guardaroba i giubbotti pesanti…

Tra il buio e l’inverno

Sempre più buio, sempre più inverno da queste parti. Mi piace camminare in riva al Mälaren, dove d’estate pullula di gente, e vedere la natura pian piano andare in letargo. È incredibile come gli stessi luoghi, in condizioni diverse, riescano a comunicare messaggi completamente differenti. Io amo tutto questo: queste latitudini nordiche sono fatte per me. Me ne rendo conto, ancora una volta, quando penso all’Italia o alla mia Sardegna: mi mancano tanto, ma il loro ambiente, il loro clima, difficilmente riescono ad andare di pari passo con i miei stati d’animo. È tutta questione di stagioni, di temperatura, di luce. Certo, il mio corpo la pensa in modo molto diverso da me. Soprattutto quando le condizioni climatiche si fanno estreme o perdurano più del sopportabile: ma queste sono le regole del gioco. Forse il segreto per stare comunque bene è tutto qua: riuscire ad apprezzare quello che questo posto riesce ad offrire, ascoltare il silenzio, camminare nel buio. Sapendo che la vita, fra poco, tornerà nuovamente a splendere.

Sulle rive del Mälaren

Sulle rive del Mälaren

Numeri Negativi

Stoccolma, -2 gradi.

Stoccolma, 14 aprile 2012

***

Cagliari, -2 settimane.

Cagliari

 

[A Stoccolma continua a nevicare.
Il conto alla rovescia per la vacanza 
in Sardegna è ufficialmente partito!]

Il disgelo

Il tempo passa, cambiano le stagioni, passano gli anni, cambiano le luci e i colori. Ma l’anima di Stoccolma rimane magicamente invariata, distesa e assopita sulle rive del Mälaren…

 

Una domenica d’inverno

Amo Stoccolma ed amo il mio quartiere. Questa città offre tante possibilità in tutte le stagioni, ed è questa la cosa più affascinante: è impossibile che qualcosa diventi monotono, è impossibile annoiarsi. Tutto cambia, tutto si trasforma, ma niente perde la sua identità. E poi, per sentirsi bene, basta veramente poco: una particolare luce che filtra nel bosco, un lago ghiacciato, una fetta di torta ed un caffè in un antichissimo bistrot, la calma pacifica e silenziosa di una domenica mattina. Proprio come oggi.

Un sabato a Stoccolma

Negli ultimi giorni a Stoccolma è arrivato l’inverno, quello vero. Temperature tra i -5 ed i -15, ghiaccio e neve. Va bene così: siamo già a febbraio e fra soli due mesi dovrebbe arrivare la prima traccia di primavera. Per il momento, però, ci godiamo questi giorni e le sensazioni che questa città, anche in questa stagione, riesce a regalare: a volte suggestive, a volte surreali, a volte poetiche. Catturarle è impossibile, cercare di ricordarle con un’immagine è un tentativo che si può fare.

Oggi, complice la giornata di sole, è stato un classico sabato stoccolmiano: la gente si è riversata fuori di casa per una passeggiata nei boschi innevati, per una pattinata nei laghi ghiacciati o per divertirsi con sci e slittini nei parchi pubblici. Io ho assistito a tutto questo da lontano ed ho preferito andare dove sapevo di non trovare quasi nessuno. Di seguito qualche immagine sparsa…