Loading...
X

Nuovamente Stoccolma

Tornare a Stoccolma dopo dieci giorni di pace e relax non è stato semplice. Scoprire poi che il proprio G4 vecchio di sei anni ha deciso improvvisamente di passare a miglior vita non ha facilitato le cose. Ma pazienza.

In Småland il tempo non è stato clementissimo, benché sia riuscito ad andare al lago per ben tre volte. Il resto del tempo l’ho passato a divorare libri, a stendere un piccolo progetto che vorrei mettere in pratica a breve, a spasso per boschi e negozi d’antiquariato (ho comprato un servizio di piatti, più di quaranta pezzi incluse teglie e caraffe, in ceramica di Gustavsberg – marca molto rinomata da queste parti – del 1939, a sole 550 corone!) e a dare un’occhiata alle varie celebrazioni della Festa di Mezza Estate a Södra Vi e Virserum, piccoli villaggi nelle vicinanze di Vimmerby. Sempre a Virserum ho assistito a due date del Festival annuale che si tiene nella chiesa del villaggio: Margareta Bengtson – già componente del gruppo “The Real Group” – in trio con Elise Einarsdotter (pianista e jazzista eccezionale) ed il marito di lei Olle Steinholtz (miei vicinissimi di casa, ho scoperto poi); Bengt Hallberg, una delle leggende viventi del jazz svedese. Concerti di altissimo livello, veramente.

Ora mi attendono due mesetti pieni qui a Stoccolma, anche se ho già in programma varie cose per distrarmi dal lavoro.

Di seguito qualche foto dei giorni in Småland.

[showtime]

2 observations on “Nuovamente Stoccolma
  1. Fiammetta

    Gustavsberg è un paesino sul mare vicino Stoccolma. È molto carino. Se non ci sei stato te lo consiglio. Prendi l’autobus da Slussen e in venti minuti sei arrivato. Naturalmente oltre al porticciolo c’è il museo della ceramica e la fabbrica dove negli anni ’50 lavoravano alcuni dei primi immigrati italiani in Svezia.

     
    Reply

Rispondi