Loading...
X

Socialdemocratici e non solo

Nel precedente post si parlava del calo di consensi che continua a far registrare il Partito Socialdemocratico. Qui si parla di un altro calo di consensi, anche questo ormai costante, anche questo abbastanza nuovo per la società svedese: pian piano, anno dopo anno, è la Famiglia Reale a perdere simpatie tra la cittadinanza. Il fenomeno, va detto, non procede assolutamente a velocità sconvolgenti, ma potrà aprire degli scenari futuri di una certa importanza.

A tal riguardo, un sondaggio Synovate mette in luce due dati: il primo, il più significativo, rispecchia un calo di fiducia nei confronti della Monarchia svedese pari a 5 punti percentuali rispetto al 2005; il secondo ci racconta che sempre più svedesi vedrebbero di buon occhio una eventuale abdicazione dell’attuale sovrano, Carl XVI Gustav, in favore della primogenita Principessa Victoria (+14% rispetto al 2005).

Sondaggio Synovate: in calo il consenso per la Monarchia svedese

Sondaggio Synovate: in calo il consenso per la Monarchia svedese

I numeri continuano però a rimanere notevolmente a favore di Monarchia e Bernadotte padre: il 70% degli intervistati si sente ancora rappresentato dall’istituzione (contro il 17% che vorrebbe cambiare regime) e il 51% preferisce attendere la fine naturale della reggenza di Carlo Gustavo (ma un notevole 31% vorrebbe vedere – già ora – Victoria regina).

In ogni caso non è più come una volta: la Corona sta progressivamente perdendo la sua autorevolezza (soprattutto fra i giovani), ed ultimamente sta creando qualche imbarazzo di troppo, non soltanto per la gioia degli amanti del gossip. Probabilmente, il recente e sfarzosissimo matrimonio della Principessa Victoria ha mosso più di qualche coscienza (vista anche la delicata situazione economica generale); meno determinante, a mio parere, lo “scandalo” suscitato da una biografia non autorizzata del Re, pubblicata recentemente: le varie scappatelle di Carl Gustav erano risapute da tempo, ma pare ci fosse una sorta di autocensura dei vari massmedia sul tema. Semmai, la pubblicazione di un simile libro è un elemento che conferma che qualcosa, pian piano, sta davvero cambiando. Staremo a vedere.

Rispondi