Loading...
X

Gesta italiche

Che noi italiani gesticoliamo spesso e gesticoliamo volentieri lo sanno anche le tribù più sperdute dell’Amazzonia. A volte veniamo derisi, a volte imitati, a volte ci viene chiesto il perché di tali movenze: in ogni caso è un nostro tratto distintivo, per il quale veniamo riconosciuti e con il quale – molto spesso – ci riconosciamo a vicenda all’esterno degli italici confini. Poi, sì, è vero: c’è chi gesticola di più e chi meno; c’è chi agita solo le mani e chi sembra un direttore d’orchestra impazzito; c’è chi riesce a controllarsi e chi no…

L’argomento è così affascinante che viene trattato anche nei libri di lingua italiana per stranieri, ma non solo. Ho scoperto che la rete è ricca di letteratura a riguardo: seria, semiseria, inequivocabilmente buffa…

[flashvideo file=http://www.unitalianoastoccolma.com/wp-content/uploads/2010/10/Italian-Hand-gestures.flv /]

Personalmente non gesticolo molto, ma quando parlo con altri italiani qui all’estero noto con piacere quella sorta di “complicità” che nasce dai piccoli gesti che accompagnano le parole. “Complicità” che – credo – non si svilupperà mai con gli svedesi…

Le immagini sono prese da qui; il video da questo sito che consiglio!
6 observations on “Gesta italiche
  1. TopGun

    integro con un video che grazie a youtube ci riporta il pensiero di Eduardo, che spiega i gesti Napoletani.
     
    Io gesticolo tantissimo e mi capita spesso di cercare il contatto, tipo lo sfiorare la spalla dell’interlocutore.
    a Napoli ti capita spesso senza farci caso, quando non sono in Italia ci sto molto attento perché mi rendo conto che può essere interpretato male.
    grazie per i link, interessanti proprio (immagina come te lo sto dicendo accompagnando con i gesti :P)

     
    Reply
  2. TopGun

    no Federico, è che domani parto per Dublino e starò in giro per una intensa settimana ed ho la febbre…dopo mesi (mi sono ammalato giusto ottobre scorso proprio prima di partire per Dublino!!!) di salute eccellente e quindi sono più scemo del solito 😛
     
    ecco l’integrazione:

     
    Reply
  3. Kata

    Questi tre fumetti si sono diffusi a macchio d’olio su facebook una settimana fa circa, e li trovo infatti proprio simpatici! 🙂
    Quando ero andata a fare l’Erasmus in Italia, da fredda ungherese pure a me dava fastidio se il mio interlocutore mi sfiorava con la mano. Poi con il tempo ho preso pure io l’abitudine di gesticolare e, talvolta, di toccare l’altra persona! Infatti, sia a casa in Ungheria che ora qui in Svezia faccio sorridere la gente con la mia gesticolazione (per niente eccessiva, aggiungerei…).

     
    Reply
    1. Federico P

      Mannaggia! Ed io che pensavo di aver fatto lo “scoop”! Scherzo 🙂

       

      Credo che sia inevitabile “imitare” i popoli che frequentiamo: anche la mia compagna ha iniziato a gesticolare da quando mi conosce! Ed io – secondo quanto mi dicono – ho cominciato a parlare un italiano svedesizzato (con cadenza sarda annessa…). Divertente tutto ciò! 😀

       
      Reply

Rispondi